fbpx
Paolo posa con cappello

“L’illusionista che colpisce al cuore”. Questo è quanto viene detto dai media su Paolo Calabrò.

Illusionista partenopeo classe 1993, avvicinatosi al mondo della prestidigitazione da quando aveva appena 7 anni a seguito di un magico incontro con il suo mentore. Non appena quindicenne realizza il suo primo one man show teatrale, che segna l’inizio di un percorso artistico in continua evoluzione, formazione e contaminazione.

Già tra i banchi di scuola ha sempre nutrito il suo rapporto con l’Arte spaziando tra le sue più svariate forme.
Si qualifica maestro d’Arte e si diploma in Arti della grafica sceglie poi di approfondire i suoi studi attraverso le scienze della comunicazione e la sociologia e successivamente consegue la laurea magistrale in Discipline della musica e dello spettacolo.
Parallelamente sviluppa un percorso conoscitivo delle arti performative attraverso corsi e workshop che lo vedono confrontarsi con il mondo del musical e della regia teatrale.

Conclude il percorso accademico conseguendo il diploma di danza moderna, contemporanea e pas de deux.

Sognatore, ma determinato, sviluppa i suoi act magici come il frutto di un continuo studio del pubblico e delle innovazioni stilistiche offerte dal panorama internazionale. Inoltre attraverso la sua attuale carica di presidente presso l’Associazione artistica Magic in Progress tiene saldo il suo principio di divulgazione dell’arte soprattutto tra le nuove generazioni offrendo incontri culturali e spettacoli anche come opportunità di riscatto sociale.

Numerosi sono gli spettacoli che lo vedono protagonista, alcuni dei quali, segnati dalla sua stessa regia.
Le sue performances si contraddistinguono per le trame spettacolari in cui la poesia si interseca con l’arte dell’illusionismo in fromat teatrali unici, brillanti ed eleganti.
Timido nella vita privata, ma mattatore sula scena, Paolo si mette di continuo alla prova studiando il suo pubblico e creando nuove forme d’intrattenimento combinando tra loro le Arti.
Scopo principale della sua ricerca è da sempre quello di stupire ed ammaliare in modo crescente il pubblico accompagnandolo come in un sogno in cui tutto ciò che accade sembra reale solo perchè frutto della loro immaginazione.

Da buon mattatore sulla scena, Paolo si mette di continuo alla prova studiando il suo pubblico e creando nuove forme d’intrattenimento combinando tra loro le Arti.

Scopo principale della sua ricerca è da sempre quello di stupire ed ammaliare in modo crescente il pubblico accompagnandolo come in un sogno in cui tutto ciò che accade sembra reale solo perchè frutto della loro immaginazione.

paolo indossa cappello
paolo posa con dado gigante

Riconoscimenti:

Anno 2018 selezionato come giurato per il “Napoli film Festivall” –  XX concorso Europa, Mediterraneo.

Anno 2015 primo premio in magia presso “Ariano International Film Festival”.

Anno 2013 premio in ambito magico “Vincenzo Giglio”.

Anno 2012 premio in ambito magico “Chabernot”.

Anno 2010 primo classificato “Giovani promesse della magia Partenopea”.

Paolo posa con cappello

“L’illusionista che colpisce al cuore”. Questo è quanto viene detto dai media su Paolo Calabrò.

Illusionista partenopeo classe 1993, avvicinatosi al mondo della prestidigitazione da quando aveva appena 7 anni a seguito di un magico incontro con il suo mentore. Non appena quindicenne realizza il suo primo one man show teatrale, che segna l’inizio di un percorso artistico in continua evoluzione, formazione e contaminazione.

Già tra i banchi di scuola ha sempre nutrito il suo rapporto con l’Arte spaziando tra le sue più svariate forme.

Si qualifica maestro d’Arte e si diploma in Arti della grafica  sceglie poi di approfondire i suoi studi attraverso le scienze della comunicazione e la sociologia e successivamente consegue la laurea magistrale in Discipline della musica e dello spettacolo.

Parallelamente sviluppa un percorso conoscitivo delle arti performative attraverso corsi e workshop che lo vedono confrontarsi con il mondo del musical e della regia teatrale. Conclude il percorso accademico conseguendo il diploma di danza moderna, contemporanea e pas de deux.

Sognatore, ma determinato, sviluppa i suoi act magici come il frutto di un continuo studio del pubblico e delle innovazioni stilistiche offerte dal panorama internazionale. Inoltre attraverso la sua attuale carica di presidente presso l’Associazione artistica Magic in Progress tiene saldo il suo principio di divulgazione dell’arte soprattutto tra le nuove generazioni offrendo incontri culturali e spettacoli come opportunità di riscatto sociale.

paolo indossa cappello

Numerosi sono gli spettacoli che lo vedono protagonista, alcuni dei quali, segnati dalla sua stessa regia.

Le sue performances si contraddistinguono per le trame spettacolari in cui la poesia si interseca con l’arte dell’illusionismo in format teatrali unici, brillanti ed eleganti.

Da buon mattatore sulla scena, Paolo si mette di continuo alla prova studiando il suo pubblico e creando nuove forme d’intrattenimento combinando tra loro le Arti.

Scopo principale della sua ricerca è da sempre quello di stupire ed ammaliare in modo crescente il pubblico accompagnandolo come in un sogno in cui tutto ciò che accade sembra reale solo perchè frutto della loro immaginazione.

paolo posa con dado gigante

Riconoscimenti:

Anno 2018 selezionato come giurato per il “Napoli film Festivall” –  XX concorso Europa, Mediterraneo.

Anno 2015 primo premio in magia presso “Ariano International Film Festival”.

Anno 2013 premio in ambito magico “Vincenzo Giglio”.

Anno 2012 premio in ambito magico “Chabernot”.

Anno 2010 primo classificato “Giovani promesse della magia Partenopea”.

dicono di lui